Chip Tuning

Il Chip Tuning consiste in un’ottimizzazione del software del pacchetto di guida motore, ormai in uso in tutti i motori moderni. Grazie a questa modifica tramite un programma caricato in questa unità, è possibile ottenere sia un’aumento della potenza in maniera totalmente sicura, che un minor consumo di carburante. Le elaborazioni offerte sono state lungamente testate e adattate per evitare diminuzioni nella durata di queste parti del veicolo e per evitare aumenti dei limiti di emissioni, stabilite dal produttore. Ci sono due diversi modi per aumentare la potenza del motore, o usando un dispositivo elettronico di controllo aggiuntivo, oppure con il tuning OBD.

– Nel primo caso, sarete voi stessi oppure un’officina, a montare il chip tuning con dispositivo di controllo aggiuntivo, collegato sia al motore che al dispositivo di comando del motore. Il motore e il dispositivo di comando al motore, non subiscono modifiche di alcun genere.

Il funzionamento è veramente semplice: l’elettronica del dispositivo aggiuntivo, agisce in tempo reale suui comandi del motore ottimizzando i diagrammi caratteristici diverse migliaia di volte al secondo, garantendo così un aumento di potenza netta e chiaramente percepibile. Allo stesso tempo, senza variare il modo di guida solito, si riducono notevolmente i consumi di carburante. Con questo tipo di chip tuning, il motore e il suo programma non subisce modifiche e quindi non si corre il rischio di di sovraccaricare i singoli componenti del motore.

– Nel tuning OBD invece, il software originale del veicolo non rimane invariato. Questo viene infatti modificato al PC, inserito nel dispositivo di controllo del motore tramite interfaccia diagnostica del dispositivo di controllo motore del veicolo. In alcuni casi, anche il chip originale viene sostituito da un chip tuning.

Un vantaggio del tuning OBD è che in alcune circostanze, con il tuning OBD si può ottenere un aumento di potenza maggiore rispetto al chip tuning con dispositivo di controllo aggiuntivo.

Uno degli svantaggi del tuning OBD è che non possono essere esclusi danni al motore, dato che nel tuning OBD è possibile che vengano disattivate le funzioni di protezione del motore.

Il veicolo sottoposto a tuning potrebbe non essere in grado di effettuare le diagnosi per via del software di tuning. Anche le officine non saranno più in grado di leggere i codici di errore e quindi le riparazioni non potranno più essere eseguite in maniera ottimale.

Tre le aziende leader nella produzione del chip tuning troviamo senza dubbio la Race Chip che attualmente produce per gli appassionati del tuning i seguenti prodotti:

– RaceChip: Il RaceChip® è primo modello di chip tuning. Offre una maggior potenza chiaramente percettibile ad un prezzo conveniente, in modo da poter testare quanto il chip tuning abbia da offrire in termini di divertimento di guida. Accelerare rapide, sorpassi sicuri, maggior reattività. Il RaceChip® viene consegnato con le impostazioni di base ottimali per il veicolo scelto. Ma è possibile anche adattare la potenza del RaceChip® a seconda dei propri desideri. Aumenti della potenza (fino al 25%), di coppia (fino al 20%) e di risparmio carburante (fino a 1l/100km) sono i valori massimi generali raggiungibili.

– Il RaceChip® Pro2 è la seconda generazione della serie Pro ed è un chip tuning di altissimo livello, venduto ad un prezzo davvero conveniente. Ma questo non è l’unico motivi che rende la serie Pro molto amata. Nel cuore del RaceChip® Pro2 un processore da 24 MHz offre prestazioni sportive, magnificamente protetto da un rivestimento in plastica compatto e rinforzato in fibre di vetro. Il processore ad alta performance STM8 della ditta ST Microelectronics è un microcontroller a 8 bit ultra low power con una memoria maggiore ed una maggiore densità di memorizzazione. Con una temporizzazione di XX MHz garantisce un aumento di potenza fino al 30 percento in più. Un nanorivestimento invisibile protegge in modo affidabile la piastrina dallo sporco e dalla penetrazione di umidità.

– Il RaceChip® Ultimate è l’ultima novità dell’azienda. Dotato di un processore di altissima qualità da 48 MHz, un case rinforzato in fibra di vetro e di connettori FCR fatti dai professionisti dell’automotive, è probabilmente quanto di meglio il chip tuning possa offrire: divertimento di guida allo stato puro! Il processore high-end intelligente ARM Cortex III™ è un microcontroller potentissimo della famiglia Cortex prodotto dall’azienda ARM. Con la sua temporizzazione di 48 MHz, rappresenta il cuore del RaceChip® Ultimate. Nonostante le dimensioni ridotte, mette a disposizione una potenza di elaborazione molto elevata. Il processore reagisce in microsecondi alla più piccola variazione di potenza.

– I filtri dell’aria high flow del produttore californiano K&N, sono stati appositamente sviluppati per offrire una maggiore potenza ed una migliore accelerazione. Il loro elevato e quasi continuo flusso di aria, unito ad una filtrazione eccellente, supportano in modo ottimale il chip tuning RaceChip®. Secondo K&N i filtri sostitutivi dell’aria high flow, portano, a seconda del motore, un aumento di potenza da 1 a 4 CV. Il filtro dell’aria non deve essere mai sostituito, necessita solo di essere pulito ogni 80.000 chilometri, ma in caso di guida su strade polverosi, potrebbe essere ripulito anche prima. Il tessuto del filtro dell’aria K&N è in puro cotone, il filtro è lavabile e può essere riutilizzato dopo il lavaggio. Costruito da K&N in modo che duri per tutta la durata del motore di un’auto o di una moto, i filtri aria K&N sono composti dai quattro ai sei pannelli di tessuto in cotone, disposti in strati tra due piastre in treccia metallica di alluminio. Il materiale viene piegato e oliato per migliorare la potenza di filtrazione e la potenza complessiva. K&N fornisce insieme ai filtri dell’aria una garanzia per 1,6 milioni di km: “Million Mile Limited Warranty®”.

Per maggiori info visitate www.racechip.it/chiptuning !

Chip Tuningultima modifica: 2015-05-29T16:03:44+00:00da lgi21
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento